10 competenze che ogni store manager eccellente dovrebbe potenziare (parte 1)

store manager eccellente

La pressione della competitività ti spinge a muoverti più velocemente, produrre maggiori risultati in meno tempo e migliorare la produttività con meno personale.

Le persone e le cose si muovono veloci. I problemi non si possono rinviare, gli errori hanno conseguenze e costi importanti. Sei il manager del tuo punto vendita e sei direttamente coinvolto. Sei in prima linea, sul campo, tra il management (o la proprietà) e il tuo team di vendita, lì nel mezzo, dove la pressione si fa sentire!

Per superare queste sfide dobbiamo sviluppare le nostre doti personali, saper motivare e ispirare i nostri collaboratori a fare del loro meglio per raggiungere grandi obiettivi.

Lo store manager eccellente ha, prima di tutto, grandi competenze con le persone.

1. Crea entusiasmo

Sei allegro? Sai creare entusiasmo nel tuo punto vendita?
Ti senti un modello per il tuo team?
In altre parole, hai una personalità dinamica che ispira gli altri?

L’entusiasmo è vera passione per il tuo lavoro e sincero interesse per le persone che lavorano con te. I grandi store manager non perdono mai l’occasione di essere gentili e motivanti nel comportamento e nelle parole.

Partiamo appassionati ed entusiasti già da prima mattina!

Saluta ogni componente del tuo staff con un bel “Buongiorno!” radioso e positivo, dai pacche sulle spalle, fai sentire la tua partecipazione e il tuo sostegno. Fai in modo che sappiano che li consideri la chiave del tuo successo.

Può sembrarti strano ma i tuoi collaboratori, di solito, impostano, la loro intera giornata dal “come li approcci” la mattina. Qualcosa del tipo “Il buongiorno si crea (vede) dal mattino”.

2. Coinvolgi il tuo team

Per diventare uno store manager eccellente, è necessario coinvolgere i tuoi collaboratori o dipendenti nel processo decisionale, incoraggiandoli a suggerire modi nuovi o alternativi di fare meglio le cose.

Piuttosto che decidere tutto da solo, promuovi un lavoro di squadra.Fai domande stimolanti tipo: “Questo è il nostro problema, tu come lo risolveresti?” oppure “Non stiamo andando bene in quel settore, tu cosa faresti?”

Incoraggia le persone del tuo team al dialogo, ascolta quello che hanno da dire e poi valuta i loro suggerimenti, mantenendo sempre la tua autonomia di pensiero e di azione.

I collaboratori che contribuiscono con nuove idee si sentono ancora più coinvolti e motivati per il successo del punto vendita.

3. Gratifica i tuoi collaboratori

Le persone vogliono essere tenute nella giusta considerazione. L’autostima è un bisogno umano e si alimenta di riconoscimento e fiducia in se stessi. La gratificazione è il motore che ci spinge a dare il massimo per ottenere risultati sempre migliori.

Riconoscere ai propri collaboratori il lavoro fatto, i rischi che hanno preso e i risultati che hanno ottenuto crea un ambiente di lavoro positivo, motivato e molto produttivo.

Celebra e festeggia con il tuo team.

Siamo talmente focalizzati sul futuro che raramente ci concediamo una pausa per apprezzare e celebrare i successi nel nostro lavoro. Celebrare ti permette di condividere sensazioni positive e di creare coesione e alleanza con il tuo team.

Ogni occasione (una buona vendita, il raggiungimento del target etc.) deve essere l’opportunità per celebrare con il tuo team.

4. Reggi l’imprevedibilità del mercato

Vendite “saltate” all’ultimo istante, appuntamenti costantemente rimandati, un continuo e frustrante adattarsi a clienti sempre più imprevedibili “Compro o non compro? Si… anzi no…. ci penso su e poi ripasso… le farò sapere…Lo rendo, non mi piace più…”.

Viviamo in tempi complessi e incerti. Per quanto tu possa organizzare e pianificare, ci saranno sempre imprevisti, appuntamenti cancellati, ritardi, emergenze e cambi di programma.

Non sprecare la tua energia e le tue capacità su cose e fatti che non dipendono da te. Non lamentarti o demoralizzarti, accetta la realtà e focalizzati solo sulle prossime azioni da compiere.

Diventa più flessibile! Organizzati la giornata e pianifica con metodo ma non farlo in modo maniacale e dettagliato! Lascia uno spazio per l’imprevisto.

5. Comunica in modo chiaro le priorità

Tu sai quello che vuoi dai tuoi collaboratori. Ma loro lo sanno?
Di solito, il personale di vendita non sa esattamente che cosa è fondamentale per i loro dirigenti.I dipendenti non possono svolgere bene le loro mansioni se non conoscono le priorità. Quali sono le tue?

La precisione e la pulizia? La soddisfazione del cliente? La vendita a ogni costo? Un servizio a 5 stelle? Essere gentile con i clienti? Qualunque siano le tue priorità, comunicale in modo chiaro e semplice.

Evita di utilizzare un linguaggio dispersivo (pieno di”…un po’…quindi…stavo pensando”…) che potrebbe indebolire il tuo messaggio. Esercitati a trasmettere messaggi sintetici e a utilizzare un linguaggio più incisivo, stimolante e orientato all’azione.

Se un collaboratore non ha soddisfatto il tuo standard, concentrati di più su cosa deve essere fatto per migliorare piuttosto su ciò che non ha funzionato.

leggi anche la parte 2 small ...