11 spunti per nascondere il nervosismo (e apparire più calmo e sicuro) – 2

apparire sicuro

leggi anche la parte 1 small ...

6. Preparazione, preparazione, preparazione

Poco importa se per una conferenza,
una riunione, un colloquio di lavoro, un drink con i collaboratori,
un cocktail di lavoro o un party di presentazione del nuovo prodotto.
Spesso siamo nervosi quando ci sentiamo poco preparati.

Più sarai preparato in anticipo,
più ti sentirai a tuo agio e rilassato.
La preparazione può alleviare i sentimenti di nervosismo e ansia in quanto aumenta il tuo livello di fiducia.

Assicurati di conoscere tutti i dettagli dell’evento – ora d’inizio, posizione precisa, codice di abbigliamento, l’argomento dell’incontro, il nome delle persone, le opzioni di parcheggio, le indicazioni per arrivarci, ecc.

Non devi tollerare da te stesso errori dettati da superficialità o mancata preparazione.
Io (almeno) faccio così.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

7. Fare una domanda

Se hai un momento di difficoltà, vuoi nascondere il nervosismo (e apparire sicuro di te),
poni una domanda in modo da spostare l’attenzione di colpo su altri,
e non più su di te.

Questo ti darà il tempo di fare un respiro profondo,
di calmarti,
e di raccogliere i pensieri per articolare meglio ciò che stai cercando di dire.

8. Trasformare il nervosismo in eccitazione

Invece di essere nervoso e ripeterti (tutto il tempo) che ti senti nervoso,
prova a sentirti eccitato e ripeterti che ti senti eccitato.

Incanalando i tuoi sentimenti e trasformando il nervosismo in eccitazione,
tenderai a concentrarti sui risultati positivi,
invece che su tutte le cose che potrebbero andare storte perché ti senti nervoso.

Funziona?
Sicuramente vale la pena provare!

9. Essere sorridente per apparire sicuro di te

“Chi non ride mai non è una persona seria.”
Fryderyk Chopin

Sorridere è uno dei più potenti segnali non verbali.
Sorridere è la cosa migliore che puoi fare per nascondere il tuo nervosismo (e apparire sicuro di te stesso).

Questo non significa avere il sorriso stampato tutto il tempo,
fare il “piacione” ma mostrare un leggero sorriso sul viso per incoraggiare le persone a interagire con te.

Sorridere invia l’idea “Sì, sono sicuro di me”.

Approfondisci con il mio post “5 spunti per sembrare subito più sicuri agli occhi degli altri”.

10. Non combattere il nervosismo

L’ansia è una sensazione,
è semplicemente una reazione emotiva,
è possibile accoglierla e
accettarla.

L’accettazione è fondamentale,
perché più resisti e cerchi di sopprimere o eliminare l’ansia,
più aumenti gli effetti del nervosismo.

Infatti,
tante problematiche sono effettivamente causate dal tentativo di sopprimere l’agitazione.

Accettare l’ansia non significa rassegnarsi a queste sensazioni spiacevoli.
Vuol dire invece accettare la realtà così com’è
– e in questo momento-
la realtà include l’ansia.

Siediti in silenzio.
Apri le porte ai tuoi sentimenti nervosi.
Lascia libero sfogo a queste spiacevoli sensazioni,
per tutto il tempo che vogliono.
Non porre un limite.

Ci si sente a disagio per qualche minuto,
poi ci si inizia a sentire molto meglio.
L’ansia defluisce e se ne va.

Di tutte le strategie,
questa (personalmente) è quella che reputo più efficace.

11. Farsi domande per sfidare i pensieri ansiogeni

Saper domare i desideri, i pensieri e il comportamento,
vuol dire sapere gestire le emozioni e gli impulsi,
incanalare quell’energia in attività positive non è cosa facile.
E non è da tutti.

Utilizza il tuo monologo interiore per influenzare il modo in cui ti senti e ti comporti.
Poniti domande potenti.
Sostituisci i pensieri eccessivamente negativi con pensieri più realistici.

Chiediti:

“Questa preoccupazione è davvero realistica? È così probabile che accada?”
“Se il peggior risultato possibile accade, posso sopportarlo? Che cosa potrei fare?”
“È davvero così?
Oppure sto esagerando, ampliando e ingigantendo tutta la questione?”

leggi anche la parte 1 small ...

Parla a te stesso positivamente.
Parla a te stesso come se parlassi
a un caro amico.

La cosa peggiore che puoi fare quando sei ansioso,
è sederti passivamente e ossessionarti con pensieri di ansia e negatività.
Non ne uscirà niente di buono.

Foto: Ryan MacGuire