4 volte in cui l’impazienza può danneggiare la tua carriera professionale – 1

per fare carriera

“Quando possiamo iniziare?
Ti andrebbe bene domani alle 09.00?”

Ariana è impaziente. Vuole agire subito. Vuole cominciare immediatamente il percorso di coaching.
Ha fretta. È veloce, SMART.

Quando decide di fare qualcosa, entra in azione senza indugio, raccontando al mondo intero la sua prossima mossa.

Successo professionale? La competenza, da sola non basta ..

Vive ogni giorno con entusiasmo.
Impara velocemente, è avanti, si adatta facilmente. Non vuole sprecare un momento in qualcosa che non valga la pena fare. Vuole “quagliare”. Subito.
Ariana non si accontenta.

Il che non è un male, dirai …
In effetti, mi piace l’approccio di Ariana.

Il punto che – tornando alla sua domanda iniziale – Ariana non ricevendo una mia risposta mi ha inviato altre due mail di-seguito nel giro di poche ore per “farmi pressione” e sistemare così la sua agenda (il suo bisogno del momento).

Quando ne parliamo durante le sessioni di coaching
mi risponde con una risatina nervosa (di una beccata con le mani nella marmellata) “Sono una rompiscatole, lo so. Al lavoro? Si, spesso … colleghi e anche con il  …  gran capo”.

Non tutte le decisioni riguardano solo noi

La maggior parte delle circostanze si basa su forze esterne, interazione con altre persone, indipendentemente dal fatto che siano disponibili o no.

Ariana, come tanti altri, si sente totalmente frustrata quando non riceve risposta e ha la tendenza a spingere le persone che la circondano alla sua stessa (folle) velocità.
La sua fretta di fare carriera (spesso) le si ritorce contro.

Per fare carriera – Ariana – non deve rallentare.
Deve solo prendere consapevolezza degli-altri.

Quanta energia per fare carriera! A volte sembra un tapis roulant ..

È comprensibile … quando ti “sbatti” da mattina a sera, fai ore extra in ufficio, commenti forzati sui sociali per allargare la tua rete, ma nonostante i migliori sforzi …
ti senti completamente bloccato, e non avanzi nella tua carriera.

Pensare di andare avanti ma non essere in grado di farlo, è una delle situazioni più frustranti della vita.

Devi essere davvero ZEN, nel dare il massimo e poi lasciare andare il tutto, confidando nei tempi e “aspettando che l’universo faccia il suo corso”.

Ecco 4 volte in cui l’impazienza può danneggiare (anche seriamente) la tua carriera professionale:

1. Vuoi salire nella gerarchia ma non sei ancora pronto

Sei determinato e vuoi arrivare dove desideri. Vuoi ottenere quella posizione di responsabilità.
Di leadership.
Bene!
La determinazione è indispensabile, per fare carriera!

Vuoi alzare il tuo livello di una tacca.
Più soldi, più prestigio (non ti scordare anche le pastiglie per il mal di testa).

Spesso, sai, non importa quanto si desidera qualcosa, semplicemente non si è pronti.
Almeno non ancora.

Sai gestire i tuoi modi di fare? I tuoi atteggiamenti? Le frustrazioni e le attese?
La tua reazione e quella degli altri?
Non sai cosa rispondere?

Se non sai cosa rispondere, tranquillizzati un po’ … e datti ancora un po’ di tempo.
Aspetta. Forse non sei ancora pronto per fare carriera.
Trova le risposte.

Ricorda il monito di Wolf J. Rinke
“Dire a qualcuno di fare qualcosa non significa essere un leader.”