Perdita dei clienti: 8 motivi per cui non acquisto più nel tuo store

perdita dei clienti

1. Mi sento trascurato o snobbato

Non discuto la vostra professionalità e competenza. Ma allora perché ho questa sensazione, quando entro nel vostro store?

Siete professionali ma anche gelidi e artificiali.

 

Sarà quel sorriso di circostanza, il fatto che non mi degnate nemmeno di uno sguardo, oppure mi passate a fianco senza neanche salutare. Sarò anch’io suscettibile, però …

2. Insistete e mi pressate

Per favore, non mi aggredite subito con le vostre offerte … abbiate più pazienza e datemi più tempo! Voglio essere libero di guardarmi liberamente attorno, senza occhi che mi scrutano continuamente per capire le mie intenzioni “Che fa? Compra o non compra?”.

Oggi sono più sospettoso e guardingo che mai. Sapete com’è … le fregature! Mi tengo sempre a debita distanza. Più insistete, più alzo il mio muro di sfiducia e perplessità e … non mi vedete più!

3. Siete poco trasparenti su garanzie e resi

Come, che altro chiedo? Pretendo da parte vostra, la massima chiarezza su prezzi, garanzie, resi, cambi, tempistiche, etc.

Dovete essere disponibili ad ammettere e discutere eventuali manchevolezze e problemi di quello che offrite. Tutti parlano di qualità, di servizio e garanzia ma poi sono pochi quelli che mantengono le promesse.

E poi …  vi lamentate della perdita dei clienti!

4. Pensate che non sia competente

L’ultima volta mi stavate “appioppando” un modello dell’anno scorso. “Ottimo acquisto” ripeteva con un sorriso smagliante il bravo venditore. Pensate sia così difficile verificare l’anno sul web?

Sempre più spesso, prima di acquistare un articolo, un prodotto o un servizio, verifico in Rete di cosa si tratta, quali vantaggi avrò, se soddisfa le mie aspettative, chi lo vende, com’è la marca e alla fine … mi chiedo se mi serve veramente!

5. Non mi ascoltate

Non c’è niente di più frustrante di non sentirmi seguito, guidato nelle scelte o essere poco ascoltato, mal capito o frainteso.

Ho notato che, spesso, il venditore sta pensando già alla risposta mentre sto ancora parlando? Se sta pensando a cosa dirmi e cosa vendermi come può ascoltarmi veramente?

Ascoltare va oltre il semplice “sentire” quello che ho da dire: è empatia, è capire il messaggio nel suo giusto contesto. Vorrei sentire la vostra partecipazione e il vostro interesse più sulla persona che sulla vendita.

Ho letto, da qualche parte, che l’ascolto attivo sarà la competenza sempre più fondamentale per la qualità del servizio e della soddisfazione del cliente.

6. Non mi offrite un servizio personalizzato

Vorrei essere considerato diverso dagli altri, qualcosa di unico e particolare. Offrimi un servizio personalizzato. Un servizio davvero efficace ed efficiente, tagliato sulle mie esigenze e sulle mie caratteristiche.

Se cercate di aiutarmi invece che pensare (solo) a vendere, sarò ben disposto a parlare bene del vostro store, del vostro prodotto o del vostro servizio.

7. Siete convinti che mi interessi solo il prezzo

Non è vero che m’interessa solo risparmiare e guardo solo il prezzo. Spendo solo con molta più attenzione. Oggi sono più esigente e preparato di prima. Faccio scelte consapevoli e (mi spiace per gli esperti di marketing) sono sempre più difficili da influenzare.

Se poi riesco a risparmiare qual cosina, tanto meglio!

8. Non sono al centro della vostra attenzione

Pensate ancora troppo (e solo) a voi stessi.

Alle vostre priorità, alle vostre esigenze, alle vostre vendite! Non avete ancora capito che per essere competitivi dovete “mettermi al centro” e concentrare tutta la vostra attenzione su di me, sulle mie necessità, sui miei problemi e sulle mie esigenze.

Servizio clienti di qualità? Occhio alla perdita dei clienti! Il mercato sta cambiando.

Oggi, i clienti sono sempre più imprevedibili, sordi ai messaggi pubblicitari, diffidenti ed esigenti.

È importante migliorare il nostro approccio e quello del nostro team. Potenziare il servizio clienti, il nostro modo d’interagire con la clientela perché un atteggiamento sbagliato, una parola inopportuna, un gesto di troppo e di colpo … il nostro cliente sparisce senza dire nulla!

Inizia la perdita dei clienti!
Che ne pensi? Una bella sfida, vero?