Come farsi notare al lavoro (se nessuno si accorge quanto sei bravo) -1

farsi notare al lavoro

Sei accurato, puntuale, professionale, concentrato,
uno che nel team ci sta bene.
Sei ambizioso.

Stai crescendo.
Ti senti gratificato dai risultati e dai feedback positivi che ricevi.
I successi ti stanno solleticando.

Retribuzione più alta, più prestigio e maggiore influenza.
In fondo te lo meriti!
Ti stai facendo il culo da anni!
Perché non prepararsi al grande salto?

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Se desideri avere maggiori responsabilità,
un nuovo progetto, una carica di livello o un ruolo di leadership (con 2 o 20 collaboratori, poco importa),
devi farti notare e convincere il tuo capo,
i piani-alti o il titolare che sei pronto al lancio.

Ecco 10 spunti per farsi notare al lavoro e ottenere il salto di qualità che tanto desideri:

1. Dai il massimo in tutto quello che fai

“Come raggiungere un traguardo?
Senza fretta ma senza sosta.”

Johann Wolfgang von Goethe

La vita è un susseguirsi di vittorie e sconfitte.
A volte riusciamo,
talvolta falliamo.

È difficilissimo controllare i risultati.
Possiamo controllare il nostro impegno (per raggiungere quei risultati).
Alla fine della giornata,
la persona che svolge ogni giorno costantemente il suo lavoro con dedizione e passione è quella che più probabilmente avrà successo.

Dare il massimo è un impegno che prendi prima di tutto con te stesso.
Significa fare tutto il possibile per raggiungere il meglio delle tue possibilità in ogni aspetto della tua vita professionale.

Dimostra al tuo capo/a che sei una persona sulla quale si può contare,
che hai senso di responsabilità e che ti avvicini a qualsiasi compito (non solo quelli che ti piacciono) con lo slancio e la professionalità di chi ricerca l’eccellenza.

Avrai messo le basi per mostrare a-chi-conta che sei una persona smart,
su cui si può investire.

2. Focus sui risultati per farsi notare al lavoro

Per ottenere una promozione,
si devono fornire risultati.
Costantemente.

Impressiona il capo/a, il grande-boss con il tuo talento,
con coerenza e rapidità di pensiero,
sorprendilo con i tuoi risultati ma anche con l’approccio che adotti per arrivarci.

Ecco come farsi notare al lavoro.

Cerca di presentare soluzioni per ogni problema che si pone.

Se vieni a conoscenza di eventuali problemi o difficoltà particolari,
parlane con il tuo capo/a o con il diretto superiore e cerca di portare almeno un paio di soluzioni concrete.

Non parlare – porta fatti.
Niente parla più forte delle azioni positive.

3. Agisci come un giocatore di squadra

Sempre.

È fondamentale essere amichevole e disponibile con tutti (non solo con i tuoi superiori).

Cerca di andare d’accordo con le persone,
ascolta le opinioni degli altri e cerca di includere tutti.

Le relazioni personali sono particolarmente importanti se vuoi diventare un team leader.

Il tuo capo deve sapere che hai doti di leadership,
che sai prendere l’iniziativa e riesci a essere concreto,
sai interagire con le persone in modo piacevole,
dimostrandoti aperto e disponibile.

Per esempio aiutare un collega (senza che nessuno te lo abbia chiesto o imposto),
che lavora su un progetto con una scadenza imminente, mette in evidenza il tuo l’atteggiamento orientato al team,
dimostra le tue capacità di gestione del personale e di affidabilità.

I migliori dipendenti sono spesso visti come leader (prima) dai loro stessi colleghi.

4. Prendi iniziativa e mostra un atteggiamento positivo

Tutti i giorni.

È importante essere amichevole e rispettoso verso il tuo capo e iniziare ogni mattina chiedendo se c’è qualcosa che lui o lei desidera particolarmente per quel giorno.

Per farsi notare al lavoro,
è necessario essere pronti a lavorare fino a tardi,
se la mansione lo richiede.

Proponiti per fare i compiti che nessun altro vuole fare (assicurandoti di spiegare il motivo per cui pensi di saper fare bene quel lavoro) e per risolvere eventuali problemi che sorgono.

5. Evita il gossip d’ufficio

Evita di spettegolare.

Non c’è niente di male…
anche perché gossippare stempera la tensione e serve a creare un clima più leggero.

Lo scherzo distende gli animi e consolida il gruppo ma diventa pericoloso quando è l’unico sfogo a frustrazione e stress.

È importante evitare di essere associato con persone maldicenti o piagnucolose.

Anche quando sei fuori ufficio o al pub con i colleghi,
è meglio evitare di farti coinvolgere troppo in battute e pettegolezzi per non rischiare di rovinare i tuoi rapporti interpersonali o di trovarti in situazioni spiacevoli.

Foto: Nadine_Em

leggi anche la parte 2 small ...