Come gestire con efficacia un collaboratore arrogante – 1

collaboratore arrogante

Che tu sia proprietario di una piccola impresa, un manager di una grande azienda oppure un responsabile di un piccolo team poco importa …
sicuramente conosci la complessità di dover “convivere” con le diverse personalità dei tuoi collaboratori.

Questo è un compito spesso difficile,
soprattutto quando un tuo dipendente o collaboratore ha una personalità narcisistica e arrogante.

Il collaboratore arrogante spesso è un problema all’interno del team

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Il collaboratore arrogante e supponente potrebbe non essere una complicazione solo per te ma un elemento che può portare problemi anche all’interno del team e creare malumori tra il personale. Le persone trascorrono più tempo a discutere (o peggio a litigare) e meno a lavorare.

Il collaboratore arrogante non è un tipetto facile.
Dimostra poca sensibilità, usa spesso un linguaggio scurrile e manca di tatto.
Cerca di dominare e controllare gli altri colleghi (soprattutto quando tu non ci sei).

Molti arroganti credono di essere affascinanti ma in realtà non lo sono.
Dietro la loro arroganza spesso si nasconde una grande vulnerabilità ed hanno un disperato bisogno di apparire nel modo giusto e di essere considerati indispensabili.

Una cosa è certa.
Trattare con un collaboratore arrogante richiede tanta pazienza e una grande quantità di autocontrollo.

Conviene chiudere un occhio davanti alla presunzione del collaboratore che fa la star?

Dipende.

Quando me lo chiedono,
rispondo a mia volta con delle domande.

Quanto tempo ti porta via il dipendente arrogante?
Sei focalizzato su di lui/lei più dello sviluppo del tuo prodotto, servizio o clienti?
Per ridurre al minimo l’attrito con gli altri membri del team stai attingendo alla tua risorsa più preziosa … il tempo?

Molti dipendenti arroganti hanno prestazioni medie ma alcuni sono i migliori in quello che fanno.
È molto facile essere infastiditi da quelli “medi” ma sorvolare su “quelli eccellenti”,
perché ci torna utile.

Ci sta.

Tuttavia,
il loro comportamento può essere dannoso per il resto del team.
Si perde credibilità quando ci si piega alle regole dell’arrogante.
Se non intervieni, se ignori l’arroganza per debolezza o rendiconto, il resto del personale potrebbe vederti come un capo debole o ingiusto e, così con il tempo, farai “ancora più danni” del tuo collaboratore supponete.

Ecco 10 spunti per approcciare con successo un collaboratore arrogante:

1. Consapevolizzare che serve tempo ed energie

Quanta voglia hai di affrontare o di gestire il tuo collaboratore arrogante?

Poca di sicuro,
non ho dubbi!

E sicuramente stai sperando che con il tempo capirà, comprenderà,
si accorgerà e comincerà a …

Stop.
Mi spiace.
Non accadrà.

L’arroganza è una caratteristica profondamente radicata.

Aspettati un progresso, un miglioramento,
ma è importante ricordarsi che il vero cambiamento (se ci sarà) richiede tempo.

Anche se la persona è volenterosa e con competenze eccellenti,
l’arroganza non sparirà in una notte.

2. Non reagire con emotività

L’emozionalità è cattiva consigliera.

Se, per il momento, non sei in grado di gestire e controllare la tua emotività,
aspetta.

Meglio non approcciare qualcuno quando non si è pronti.
Rischi di dire o fare qualcosa di sconveniente che può compromettere definitivamente il tuo rapporto lavorativo.

Una nota …
aspettare non vuol dire evitare.collaboratore arrogante

3. Parlare a quattr’occhi

Spesso,
il modo più efficace per affrontare un arrogante è dimostrare pubblicamente la scorrettezza dei suoi atteggiamenti.

Ma non te lo consiglio.

La maggior parte delle persone non risponde bene all’umiliazione o all’imbarazzo pubblico,
così facendo rischi di aumentare la tensione, senza risolvere il problema.

La persona spesso è arrogante perché è insicura e il richiamo imbarazzante aumenterà la sua insicurezza e, di conseguenza,
anche la sua arroganza.

Meglio evitare questa escalation.
Utilizza feedback negativi solo nel privato e a quattr’occhi.

Chiama la persona nel tuo ufficio, in una saletta conferenze libera o in qualsiasi altro posto lontano da occhi e orecchie indiscrete.
Poco prima dell’incontro,
prenditi qualche minuto per rilassati più che puoi, respira profondamente,
sorridi per sciogliere la tensione dalla tua faccia.

Ti servirà.

leggi anche la parte 2 small ...