Il nuovo lavoro è diverso da come immaginato. E adesso? – 2

il nuovo lavoro

Durante l’incontro renditi disponibile

Offri suggerimenti, chiedi idee al tuo capo/a. Lavora per risolvere il problema.

Ringrazia la persona per il suo tempo e la sua disponibilità.
Se necessario, organizza una riunione di follow-up per assicurarti che le cose siano davvero sistemate.

Se l’azienda, il titolare, il capo è ricettivo hai buone possibilità di salvare il nuovo lavoro.

Se l’incontro scappa via veloce e “distratto”

Se l’incontro è sbrigativo e non c’è alcun interesse ad allineare la tua posizione, l’unica alternativa è quella di ricercare un nuovo lavoro.
Affidarsi alla speranza che con il tempo le cose cambino, raramente si rileva positivo.

Fai sapere che hai apprezzato l’opportunità, ma dal momento che il lavoro non è per nulla in linea con quello stabilito, è meglio per tutti separarsi.

Se ritieni che il datore di lavoro ti abbia intenzionalmente ingannato o abbia violato il tuo contratto,
potresti valutare anche la possibilità delle vie legali (prima di lanciarti è sensato informarsi bene).

Come evitare una situazione simile in futuro

Prima del colloquio, esplora Linkedin o altri social per vedere se conosci le persone che lavorano in quell’azienda, in modo da capire meglio il ruolo e la cultura aziendale.

La maggior parte di noi vede i colloqui di lavoro come un momento dove sarà valutata dall’azienda,
raramente sfruttiamo l’occasione contraria: porre domande mirate al potenziale datore di lavoro per capire dove-stiamo-andando.

Fai domande “intelligenti”:
“Qual è la mia priorità per questo ruolo? Che cosa avrei bisogno per avere successo?”
“Mi potrebbe descrivere una tipica giornata o settimana di lavoro?”
“Perché la posizione è disponibile?”
“Si tratta di un nuovo ruolo? Ci sono risorse interne che lo supportano?”
“Il ruolo è disponibile perché qualcuno se n’è andato? Ah si! Da quanto tempo quella persona era lì?”

Se si evidenzia che le persone “durano” poco e c’è un turnover preoccupante, è probabile che (anche tu) non durerai a lungo.

E adesso? Cercare il nuovo lavoro

La soluzione ottimale sarebbe lasciare il nuovo lavoro, appena ne hai trovato un altro.
Se l’ambiente è davvero troppo tossico, dovresti essere in grado di andartene senza dare alcun preavviso (assicurati di essere in linea con le leggi sul lavoro).

Fai del tuo meglio per mantenere un rapporto professionale e cordiale fino in fondo (anche se non lo meritano).
Non bruciare tutti i ponti.

È il mondo del lavoro.. può capitare!

Se hai rifiutato un’altra offerta per accettare questo nuovo lavoro, forse potresti essere in grado di recuperare quell’opportunità. Prova a ricontattare l’azienda per chiedere se la posizione è ancora disponibile.

Sicuramente ti chiederanno il motivo perché stai cercando un nuovo lavoro così presto.

Una risposta semplice e concisa potrebbe essere:
“Purtroppo prima di accettare la mia posizione attuale non ho avuto il tempo necessario per informarmi bene sulla cultura dell’azienda.
Mi sono reso conto che questo ruolo non è adatto a me e sto cercando opportunità con aziende che valorizzano la collaborazione tra dipendenti.
Ecco perché sono così entusiasta di essere qui per questa intervista di lavoro.”

Non includere il datore-di-lavoro-flop sul tuo CV.
Generalmente brevi lacune vengono ignorate; devi comunque essere pronto a spiegare, se te lo chiedono.

In definitiva,
un nuovo lavoro può essere entusiasmante ed eccitante, pieno di insidie e stancante, ma anche snervante e … sconfortante.

Non biasimarti. È il mondo del lavoro.
Può capitare.
Ogni esperienza, buona o cattiva, è un’opportunità per imparare e crescere.