Non puoi piacere a tutti. Prima lo capisci, prima sarai libero e ..felice!

piacere a tutti

Ti sei mai chiesto cosa fare per piacere a tutti?
Che cosa dire, quali tasti “toccare”, come muoverti, come comportarti?
Come essere interessante o apparire affascinante agli occhi degli altri?

Vuoi che tutti ti apprezzino?

Beh. Anch’io.
Chi non lo vorrebbe?

Volere essere approvati e amati è naturale.
È quando cerchi di accontentare tutti che diventa un problema.
Ogni volta che cerchi l’approvazione di qualcun altro, un piccolo frammento di TE muore.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Se hai paura della disapprovazione … la vita può diventare difficile.
Vuol dire … cambiare in un attimo i tuoi piani, accollarsi sempre più lavoro, dire sempre SI, non dire mai NO, non riuscire a permetterti di essere vero-e-genuino.

Non accontentare tutti può essere liberatorio.

Se sei stufo della costante ansietà e stress su cosa-dire-e-fare, su chi-essere.
È arrivato il momento di fare qualcosa!

Basta stare sull’attenti, in punta di piedi cercando di soddisfare sempre i bisogni degli altri (spesso a discapito dei tuoi).

Se ci pensi un attimo … molte delle persone che cerchi costantemente di compiacere dicono cosa pensavano, fanno ciò che vogliono e tuttavia sono comunque amati, rispettati,
considerati.

Non accontentare tutti, toglie tanta pressione

Il tuo unico obiettivo dovrebbe essere fare il meglio possibile, piuttosto che raggiungere l’impossibile chimera di soddisfare le aspettative e i desideri di ogni persona.

Stai cercando di piacere a tutti?
Sei afflitto dalla malattia di compiacere?

Continua a leggere per scoprire come la ricerca nevrotica di approvazione alla fine ti porta lontano dall’unica persona che alla fine conta:  TE stesso.

Più cerchi approvazione – meno attrai le persone

Le persone forti desiderano essere circondate da persone forti, quindi non ti sorprendere se le persone – di cui stai cercando disperatamente l’approvazione – sono spesso le persone che (ironia della sorte) ti respingono.

Come perché?
Se hai la “malattia” dell’approvazione, ben presto la tua ammirazione si trasforma in adulazione e ti ritrovi a non parlare, essere sempre d’accordo, allineato, dire sempre SI.
Assoggettato. Soggiogato.

Poco attraente e poco affidabile.

Nessuno vuole essere intimo con qualcuno che è sempre d’accordo e nasconde i suoi veri sentimenti.

Le persone non sono affascinate da chi si sforza di piacere

La maggior parte di noi non è attratta dalle persone che fanno di tutto per piacere a tutti, “colpire”, impressionare, conquistare.

Le persone che si sforzano di piacere agli altri sono deboli o poco sicure di sé.
Hanno il bisogno di piacere e di “conquistare” l’affetto e l’approvazione degli altri.

Per esempio,
il team leader inesperto si lascia condizionare dal desiderio di “essere amato” e tralascia i suoi obblighi fondamentali come manager (dare feedback spiacevoli, prendere decisioni difficili, compiere scelte incresciose per allinearsi con gli obiettivi aziendali).

Come puoi immaginare,
con questi “conflitti d’interesse” è difficile che il team leader alle prime armi percorra molta strada.

Più cerchi accettazione – più diventi risentito

Un favore.
Poi un altro e un altro ancora.
Come ti senti quando un collega ti chiede l’ennesimo favore?
Oppure dici sempre SI a ogni capriccio della tua amica?
Ti senti manipolato, maneggiato.
Risentito.

Senti che si stanno approfittando di te.

Se sei onesto, ti rendi conto che stai cercando di piacere mettendo i bisogni degli altri davanti ai tuoi.
Alla fine l’hai scoperto da solo … sei stato tu a dire “È tutto OK, continua pure“.
Finisci pieno di risentimento e di astio verso le stesse persone che stai cercando di soddisfare.

Il rancore represso per molto tempo si traduce in scoppi inattesi di rabbia o di reazione sproporzionate … un “adesso basta” … che lascia spiazzate e attonite le persone che hai attorno.

“Ma cosa le è preso … così senza alcun motivo”
“Ma è impazzito!”

Più cerchi il consenso – più sei considerato inaffidabile

Essere sempre d’accordo (anche a fin di bene, per lusingare o per non ferire) può sembrare una buona cosa, ma non è così.

A nessuno piace una persona ipocrita.
Non ci fidiamo di qualcuno che dice solo quello che vogliamo sentirci dire.
Qualcuno che nasconde i veri sentimenti o che non sai mai cosa sta davvero pensando.

Se cerchi in modo ossessivo il consenso degli altri, le persone ti trovano inaffidabile e sono riluttanti a confidarti tutto o a chiederti un parere.

Piacere a tutti non è frutto di una tattica

Piacere non dovrebbe essere un tentativo, uno sforzo, un calcolo, un risultato, un processo ma soltanto qualcosa che … succede.
Punto.

Pensi davvero di impressionare grazie ad un susseguirsi di pose convincenti, frasi persuasive e incorniciando il tutto con un bel sorriso di circostanza?

Le persone che hanno successo riconoscono di non aver il bisogno di accontentare tutti,
in ogni momento.

Non hanno paura di dire di “no” o chiedere “perché”,
quando è necessario.

E alla fine … non riesci a compiacere l’unica persona che conta – te stesso!

“La ricompensa per l’omologazione e la conformità sta nel fatto che alla fine piaci a tutti, 
tranne che a te stesso“.
Rita Mae Brown

Il bisogno di accontentare tutti è legato alla paura del rifiuto e del fallimento.

Quando le persone che ammiri, rispetti e ami ti respingono, pensi di non essere una persona amabile. In preda all’angoscia, aumenti il tuo comportamento sdolcinato, succube e “scodinzolante”,
e diventa una spirale deprimente.

Alla fine deluso e vergognoso di chi sei diventato.

Cercando di accontentare e di piacere a tutti, rifiuti te stesso.
Il più grande fallimento della vita è non essere se stessi.

Imparare a essere il vero te, a difenderti, a dire di no, è l’unica vera scelta che devi fare.

Fai una promessa a te stesso.
Inizia oggi!