8 ragioni perché non farai una grande carriera (anche se hai le capacità) – 2

fare carriera

4. Sei paralizzato dalla paura di fallire

Hai paura di tentare e di fallire?
Di sentirti stupido?
Di sentire le risate degli altri?

Hai paura di sentirti un idiota,
quindi trovi delle scuse per non-fare.
Scuse per non fare quello che dovresti fare, se desideri una grande carriera.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Il fallimento, gli errori, sono opportunità per crescere,
imparare e correggere la direzione.

Gli errori ci insegnano cosa non ha funzionato,
cosa dovremmo cambiare al prossimo tentativo.

Se non fallisci resti attaccato agli approcci del passato.
Se non fallisci, non puoi imparare,
evolvere e crescere.

Se non fallisci non puoi superare la tua mancanza di forza mentale.

Se le tue azioni non saranno “ricche” di curiosità ed esplorazione,
perché hai così tanta paura di fallire o non sei disposto a provare qualcosa di nuovo,
difficilmente diventeranno incisive.

Le persone che fanno una grande carriera (quelle che più ammiri) hanno sperimentato che non importa quante volte si cade,
ma quante volte ci si rialza,
più forti di prima.

5. Non ci credi perché non sei né speciale né geniale

Ci sono persone speciali.
Geni.
Tipo Steve Jobs.

Tu che c’entri?
Tu non sei un genio.
Vero.
Bene, neanche io.

Pensi di non essere portato,
di “non averlo tra le corde”,
di “essere negato”.
Sei normale.
Troppo normale. Bene anch’io.

Vuoi sapere una cosa?

Il talento non è sufficiente, occorrono duro lavoro e tenacia

Grinta.

Tra una persona talentuosa senza tenacia e un’altra tenace,
ma senza talento,
personalmente scommetto su quest’ultima a ottenere i risultati migliori.

Per fare carriera,
non è questione (solo) d’intelligenza, di bell’aspetto, di salute fisica, di QI.
È questione di grinta!

Se anche tu, come me,
il talento lo ammiri solo in TV e ti sei reso conto che genio, talento, bellezza, fortuna non sono (o non sono più) frecce al tuo arco,
prendi forza dal sapere che il talento è utile,
ma il duro lavoro e la tenacia sono il fattore X del successo a lungo termine.

Se vuoi approfondire leggi il mio post “Cosa desideri di più? Intelligenza, talento, fortuna? No, grinta nient’altro!

6. Sei convinto che per fare carriera basta lavorare sodo

Guarda intorno a te.
Tutti sembrano così occupati, passano da una riunione all’altra sparando “raffiche di mail”.

Eppure quanti stanno realmente producendo,
riuscendo davvero a raggiungere un livello elevato di efficienza?

Il successo non deriva dal movimento e dall’attività.

Se la vuoi mettere solo sulla resistenza, sul lavorare sodo,
la sopportazione di tante ore di straordinario … ce la farai.

Il Mondo attuale del Lavoro ti darà l’opportunità di lavorare tanto,
ma proprio tanto,
ma sei sicuro che ti concederà di fare anche una grande carriera?

Lavorare sodo (e basta) è il percorso più lungo per il successo.

7. Sei convinto che farai una grande carriera solo se sarai raccomandato

“È inutile … non ho conoscenze in alto”
“Tanto … arrivano sempre i soliti raccomandati”
“Non ho le conoscenze giuste”

Tutte le persone che “arrivano” sono brillanti e geniali?
Clientelismo, favoritismo e spintarelle ci sono sempre stati.
E ci saranno sempre.
Sorpreso? Certo che no!

Dobbiamo accettarlo ed evitare di prenderla come una scusa per non muoversi.
Per non agire.
Per non passare all’azione.

Convincersi che non si arriverà da nessuna parte perché non si hanno le conoscenze giuste
non cambierà lo stato di cose.
Anzi.

Credo che non farai una grande carriera perché questa credenza limitante andrà a sottrarre gran parte dell’energia al tuo potenziale,
rendendoti meno performante nel perseguimento del tuo obiettivo.

8. Vuoi gestire gli altri ma non sai gestire te stesso

Sei molto (anzi troppo) preoccupato “di cosa fanno gli altri”.
Il focus è solo e sempre su di loro.
Sei convinto che gli altri debbano cambiare il loro approccio.

Questo però non vale per te.
La volontà di correggere gli altri ti “rende cieco” su te stesso.

fare carriera

È più facile criticare gli altri che lavorare su te stesso.
La crescita inizia con la consapevolezza che il problema non sono gli altri
ma sei tu!

Pensa più a cambiare te stesso e meno a cambiare gli altri

Imparare a gestire bene te stesso è una delle cose più importanti che devi fare.

Per fare carriera,
la prima persona che devi esaminare (e imparare a gestire) sei tu.

Se riesci a cambiare te stesso,
gli altri cominceranno a cambiare a loro volta.

Sai gestire i tuoi comportamenti?
O vai in tilt non appena si alza la pressione?

Conosci quello che funziona e che non funziona per te?
Sai gestire le attese, la frustrazione e
l’insuccesso?
Oppure ti squagli come la neve al sole di aprile?

Più le tue risposte saranno oneste,
più saranno incisive le tue azioni.

Quello che fai determina il tuo destino

Pronto a impegnarti per raggiungere il tuo massimo potenziale?
Sei disposto a sforzarti?
A fare l’EXTRA?
Sei pronto a fare carriera,
“provare” nuovi concetti e modi diversi di fare le cose?