12 spunti per essere più autorevole – parte 2

essere autorevole

Foto di Alexas_foto

leggi anche la parte 1 small ...

5. Non parlare con negazione o suscitare dubbi

Evita di presentare le tue idee usando negazioni tipo:
“Non so se questo funzionerà … “ o
“Spero che i risultati non saranno …” o
suscitando dubbi “Ho ragione, vero?”, “Mi capisci?”.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Invece di dare un motivo a chi ti ascolta di dubitare di quello che stai dicendo,
presenta i tuoi pensieri senza alcun giudizio e lascia agli altri la libertà di decidere quello che vogliono.
Anche questo vuol dire essere autorevole.

Sarai sorpreso di quanto gli altri si fidano di te se tu ti fidi di te stesso.

6. Non cercare l’approvazione degli altri

Se vuoi essere autorevole è necessario affermare te stesso,
senza preoccuparti dell’approvazione degli altri e prendere decisioni o posizioni che non piaceranno a tutti.

Se sei concentrato sul piacere agli altri e devi continuamente soddisfare le aspettative delle persone,
diventi un burattino sotto il comando della gente … con tanti saluti alla tua autorevolezza!

7. Usa una postura autorevole

“Il Maestro era affabile ma anche severo, autorevole ma non rigido,
rispettabile ma anche cordiale.”

Confucio

“Prenditi lo spazio”.

Una buona postura crea una presenza dinamica e un atteggiamento di leadership.
Quando sei in piedi, stai dritto, così facendo invii un messaggio di sicurezza di sé, autorità ed energia.

Al contrario, posture non pertinenti (chiuso su te stesso, spostare la testa e lo sguardo di lato,
postura molle o eccessivamente rilassata, ecc) indicano scarsa fiducia e bassa autostima.
 


 
Sia in piedi sia seduto, immagina una corda che ti sta tirando delicatamente la testa e la colonna vertebrale verso il soffitto.
Mantieni il peso uniformemente equilibrato, i piedi saldamente a terra,
le braccia non incrociate e le mani visibili e rilassate.

Quando hai una chiamata importante alzati dalla sedia.
Anche se può sembrarti sciocco, può contribuire a rendere il suono della tua voce più autorevole
(in piedi stai “spingendo” più energia rispetto a quando sei seduto, rilassato in poltrona).

La voce è strettamente legata al nostro corpo e alla nostra fisicità e quando ci troviamo in piedi,
respiriamo più pienamente, migliorando il potere della nostra voce.

8. Prendi confidenza con il silenzio

Sai reggere il silenzio?

Hai mai visto una persona autorevole chiacchierare nervosamente e “correre” per riempire le pause o i silenzi?
È bene fare una pausa prima di rispondere a una domanda.

Le persone fiduciose danno per scontato che gli altri aspetteranno loro prima di parlare,
non hanno bisogno di “correre” per rispondere, prima di aver formulato tutti i loro pensieri.

9. Usa espressioni facciali appropriate

Ricorda che il tuo corpo trasmette il 70% dell’informazione.
Il modo in cui comunichi è importante tanto quanto il messaggio stesso.
 

 
Assicurati che le braccia e le gambe non siano incrociate. Attento a non fare movimenti veloci o ripetitivi che sono indice di tensione, nervosismo, dubbi e preoccupazioni:
• Toccarti in modo ripetuto e nervoso i vestiti e i capelli
• Spostare lo sguardo per evitare il contatto degli occhi.
• Trotterellare le dita sul tavolo
• Piede ballerino
• Coprirsi la bocca con le mani
• Arricciare le labbra, socchiudere gli occhi e corrugare la fronte

10. Non fare premesse infinite

Vai dritto al punto!

Vai subito al dunque, non ti perdere in rivoli e fronzoli (soprattutto al lavoro),
i tuoi colleghi o collaboratori devono capire fin da subito, cosa dici e cosa vuoi da loro.

Si aspettano da te esattamente questo:
una direzione chiara e precisa!

11. Evita parole dispersive e troppi intercalari

“Quindi … quindi …”
“Giusto?”
“Vero?”
“Ehm..ehm …”

Non utilizzare queste parole in continuazione durante la conversazione.
Se le dici spesso, morditi la lingua perché tutte queste espressioni nascondono indecisione e ti fanno perdere credibilità.

Il bisogno di essere carini o di addolcire il messaggio ci induce a utilizzare queste parole dispersive,
che tolgono energia e incisività al nostro messaggio.

“Giustappunto; In definitiva …”
“Dico bene? Vi pare? Non è vero?”
“Essenzialmente, Naturalmente, Sicuramente, Sostanzialmente”

Gli intercalari, ovvero inserire una parola o una breve frase che in realtà non centra proprio nulla,
sono molto diffusi nel parlare quotidiano.

Il fenomeno aumenta quando non si sa che dire e si è costretti a farfugliare qualcosa a proposito (o sproposito),
senza pensare al collegamento con la frase in cui è inserito.

12. Non ripeterti se vuoi essere autorevole

Pensi che più ripeti un concetto più convinci chi ti ascolta?

Se tendi a ripetere i concetti,
sembra che “non ti fidi” di quel che dici e più lo ripeti più diventi dispersivo e annoi chi ti ascolta.

Ripetere continuamente crea dispersione e ti porta a non arrivare mai al dunque.
Frasi ricche di dettagli portano il discorso lontano dalla meta e ti fanno perdere incisività e autorevolezza.

Se desideri un supporto personalizzato, essere autorevole e migliorare la tua team leadership guarda il mio servizio di personal coaching. Il coaching può fare la differenza nel tuo sviluppo professionale anche se sei un/una giovane imprenditore, manager o quadro.