14 segnali che mostrano quanto devi ancora lavorare sulla tua forza mentale – 1

mentalmente debole

Foto di skeeze da Pixabay

Alcune persone sono semplicemente mentalmente più forti di altre.

Alcune persone raggiungono i loro obiettivi,
sono volitive e determinate,
altre si lamentano costantemente e trovano sempre scuse per non alzare un dito e dire,
questa cosa non mi sta bene,
ora la cambio.

Preferiscono piangersi addosso.
Sentirsi vittima.

La forza mentale è essenziale per affrontare una situazione difficoltosa, un momento complesso,
un collega o un capo ostico, un lavoro che non ci piace o una relazione che ci ruba solo energia.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Raggiungere gli obiettivi, rompere gli schemi,
prendere una nuova direzione non è facile.
Ci vuole tempo.
Fatica. Costanza.

Qualunque sia la sfida, dobbiamo tirare fuori grinta,
carattere e determinazione.
Anche al tuo livello (grande o piccolo che sia, davvero poco importa).

Ecco 14 segnali che indicano quanto devi ancora lavorare sulla tua forza mentale:

1. La tua giornata è rovinata da una critica, un parere discordante o una battuta

Metti il broncio alla minima osservazione?
Hai difficoltà a sorridere dei tuoi difetti?
Ti manca autoironia e spirito di autocritica?

La persona mentalmente debole si avvelena la giornata per un nonnulla, si prende sempre troppo sul serio,
s’innervosisce non appena riceve una critica e mette il muso al primo dissenso (e lo tiene anche dei giorni).

Pur ricercando l’approvazione continua degli altri,
per non indispettirsi evita i confronti, i rapporti perdono di spontaneità e sincerità, diventano rigidi e formali, privi di calore,  aridi.

2. Hai spesso crolli emotivi

Più o meno ogni giorno hai lo stesso stato d’animo ma ci sono giorni che proprio non va!
Arrivano così, dal nulla… o quasi.


&nbsp
Non riesci ad affrontare nulla e basta una piccola cosa per sprofondare,
poi ci vuole tempo per riprenderti, ma evidentemente non ti riprendi mai perché i problemi nel frattempo si sono ingranditi.

È difficile,
quando sei suscettibile a continui sbalzi emotivi.
Ti senti troppo debole o troppo volatile.

Se è così,
è necessario ottenere il controllo delle tue emozioni.

3. Non sai dire di no dimostrando di essere mentalmente debole

Dire NO non è facile e mai piacevole.
Dire SI (senza essere convinto) è anche molto,
ma molto peggio.

La persona mentalmente debole cerca di evitare i conflitti ma spesso non fa altro che gonfiarli e peggiorarli.

Se eviti di dire “NO” per amicizia, timore o per mantenere pace e tranquillità,
rischi di perdere la fiducia dei colleghi;
se  sei un team leader trasmetti ai tuoi collaboratori un’immagine di leader debole.

Se non metti dei paletti o dei limiti da rispettare,
le persone capiranno che possono facilmente metterti i piedi in testa e approfittare della tua disponibilità (e credimi, lo faranno).

A lungo andare diventa frustrante, castrante,
perdi autostima e motivazione.
Saper dire “NO” è un’abilità fondamentale se vuoi avere il pieno controllo della tua vita professionale (e non solo).

4. Hai familiarità con la mediocrità

Ti accontenti di stare con qualcuno solo per non stare da solo?
Il lavoro non è quello che vuoi ma quanto è dura cambiare?

Vorresti di meglio ma (oramai) hai familiarizzato con la mediocrità.
Sei entrato in intimità con la mediocrità.
Ti sei fatto amica la limitatezza.
La coccoli, la assecondi.

Ti accontenti di una vita mediocre.
Anche se hai capacità.
Competenza. E puoi meritare di più.

Non lotti.
Non lotti abbastanza.
Vai a letto tranquillo. Comodo.

Almeno non lamentarti.
Come puoi lamentarti di scelte che in fondo sono tue?

Leggi la parte 2.