12 differenze tra chi ha successo e chi non ce la farà mai – 1

avere successo

C’è sempre una netta differenza tra il successo e l’insuccesso.

Differenza di approccio, abitudine e decisione, adattamento e allineamento dei pensieri,
desiderio di passare all’azione per raggiungere gli obiettivi,
e fare la differenza.

Avere successo (che può essere tradotto come raggiungere i propri obiettivi, grandi o piccoli che siano poco importa) vuol dire soprattutto duro lavoro,
determinazione e perseveranza.

Ecco 12 differenze tra chi ha successo e chi invece difficilmente riuscirà nell’impresa:

1. La persone di successo passa subito all’azione. Chi non ce la fa, trova scuse per rimandare.

“Sono convinto che circa la metà di quello che separa gli imprenditori di successo
da quelli che non hanno successo … sia la pura perseveranza.”

Steve Jobs

Le persone “che ce la fanno”, sono positive, indirizzate ai risultati,
abituate a trovare soluzioni e risolvere i problemi,
sono anche flessibili, pronte ad affrontare qualsiasi difficoltà che possa insorgere.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Sono orientate all’azione.

Le persone che non arrivano,invece,
passano la vita a cercare una scusa per non muoversi, per non passare all’azione.
Non hanno mai il tempo per trovare la risposta al loro problema.

Chi diventa bravo a inventare scuse,
non sarà mai bravo in nient’altro.

Le persone che trovano scuse, non saranno mai ricordate per quello che hanno fatto.

2. La persone di successo non nasconde le debolezze. Chi non riesce ad avere successo, fa di tutto per coprirle.

Sin da piccoli spendiamo molte energie nel tentativo di mascherare le nostre debolezze,
e le nostre emozioni (perché le reputiamo sintomi di debolezza).

Spesso ci diciamo: “Sono il migliore.”
Ma dietro… quanta insicurezza!

Essere forti vuol dire essere consapevoli che i propri sentimenti possono influenzare pensieri e comportamenti.

È necessario imparare a gestire e controllare le emozioni,
non farsi controllare da esse.

La persona di successo,
invece di sprecare energia cercando di coprire le mancanze,
riconosce i  difetti e investe il proprio tempo per migliorare se stessa.
 

3. La persona che arriva, abbraccia il cambiamento. Chi non ce la fa, lo teme.

Abbracciare il cambiamento è una delle cose più difficili che una persona possa fare.

Il mondo si muove sempre più rapidamente, la tecnologia sta accelerando ancor di più,
è imperativo accettare e abbracciare questi cambiamenti,
piuttosto che temerli o negarli.

Le persone di successo sanno che possono cambiare la loro mente e le loro convinzioni.
Sono aperte al mutamento, studiano, leggono, si informano,
stanno al passo con i tempi.

4. La persona di successo parla di idee. La persona delusa sparla di altre persone.

Le persone di successo discutono di idee,
dialogano di progetti, confrontano prospettive; perché sanno che condividere idee con gli altri non farà che migliorarle.

Le persone “che ce la fanno” hanno di meglio da fare che sparlare di altre persone.

Parlano piuttosto dei loro sogni,
dei loro obiettivi, dei loro piani,
e delle loro aspirazioni.

Avere successo vuol dire non perdere tempo (ed energie) a gossippare.

5. Chi ha successo si associa a persone che hanno sogni e obiettivi. Chi non ce la fa si lega a incerti e negativi.

Le persone di successo ignorano gli scettici e i pessimisti.
Quelli che vogliono, ma non fanno mai niente, quelli che si lamentano, quelli che rimandano,
che succhiano l’energia, che trovano scuse per tutto,
quelli negativi, quelli drammatici.

Hanno imparato che ascoltando continuamente problemi, lamentele, pessimismo si sentiranno a loro volta stanche e logore.
Mortificate nel morale e nel carattere.

Invece, chi ha successo frequenta regolarmente solo persone con un atteggiamento mentale positivo,
che danno una spinta o una prospettiva nuova. Persone che possono incoraggiare, esortare e costruire.

Fai una lista dei tuoi 5 amici e colleghi più stretti.
E poi chiediti se queste persone hanno un’influenza positiva o negativa su di te,
se ti motivano o ti bloccano, se ti danno slancio o smorzano il tuo entusiasmo.
 


 

6. Chi ha successo accetta la responsabilità per i propri fallimenti. La persona che non ha successo incolpa gli altri.

I grandi leader e uomini d’affari sanno che la vita è un susseguirsi di alti e bassi, vittorie e sconfitte,
accettano sempre la responsabilità dei loro fallimenti e dei loro errori,
avere successo vuol dire prendersi l’onere di risolvere il problema.

Non cercano scuse.
Le scuse sono a uso esclusivo di indecisi e incompetenti.

Le persone “che ce la fanno” vogliono che anche gli altri abbiano successo.
Sanno che quando si lavora in un’organizzazione, per avere un buon risultato, tutti devono avere successo.
Invece,le persone che “non arrivano” segretamente sperano che gli altri falliscano.

Le persone di successo danno agli altri il merito delle loro vittorie,
lasciano “brillare” chi lavora con loro,
e di conseguenza appaiono ancora più leader agli occhi del loro team.

Le persone che non hanno successo si prendono il merito dagli altri.
Tristemente.

avere successo