Empatia e leadership: perché i migliori leader sono empatici – parte 1

people-2583562_1280

Foto di StockSnap

Il tuo team è sotto pressione per la scadenza di un progetto importante.

Noti che il tuo collaboratore Fabio mostra segnali di stress e commette errori di concentrazione (anche banali), che non fanno parte della sua attitudine.

Inviti Fabio a un caffè, per parlare.

Iscriviti alla mia newsletter.

Compilando il modulo riceverai news e aggiornamenti sulla formazione e il coaching.


Durante la conversazione, ascolti con attenzione le sue preoccupazioni senza interromperlo.
Riconosci le sue difficoltà.

Offri un feedback costruttivo,
sottolineando l’importanza di affrontare e correggere gli errori,
sempre in modo rispettoso e comprensivo.

Proponi a Fabio di alleviare il suo carico di lavoro,
redistribuendo (per un breve periodo) le attività con un collega,
dimostrando il tuo impegno per il benessere di tutto il team, ma anche del singolo.

Empatia e leadership: ascolto e supporto

Concludi la conversazione riconoscendo i punti di forza di Fabio e il suo ottimo contributo al team,
bilanciando così la critica con l’apprezzamento.

Grazie al tuo intervento Fabio si sente ascoltato e supportato, migliora il suo morale e la sua motivazione. Il team beneficia così di un ambiente di collaborazione e rispetto, dove le critiche sono viste come opportunità di crescita.

Questo esempio (semplificato quanto chiarificatore) dimostra come un leader empatico possa riconoscere i sentimenti dei collaboratori e fornire feedback costruttivi, creare un ambiente di lavoro produttivo e armonioso.

 


 

Che cosa è l’empatia?

L’empatia consiste nel riconoscere le emozioni degli altri come se fossero proprie, calandosi nella realtà altrui per comprenderne pensieri, sentimenti ed emozioni.

Semplificando è la capacità di riconoscere, comprendere e condividere i sentimenti degli altri.

Essere un leader empatico vuol dire riconoscere le emozioni e le preoccupazioni del tuo team,
in modo da creare un ambiente di lavoro più armonioso e produttivo.

Questa connessione emotiva (fra te e il tuo team) facilita la comunicazione aperta e il rispetto reciproco,
elementi essenziali per costruire relazioni di fiducia.

La tua leadership.

Migliora la motivazione e il coinvolgimento del team

Se mostri empatia, i membri del tuo team si sentono valorizzati e compresi.

Questo senso di considerazione aumenta la motivazione e il coinvolgimento delle persone,
spingendole a dare il massimo nel loro lavoro.

Aumentando morale e produttività.

I leader empatici sono in grado di riconoscere e celebrare i successi individuali e di gruppo.

 


 

Gestione efficace dei conflitti

L’empatia gioca un ruolo chiave nella gestione dei conflitti.

Se sei un leader empatico potrai ascoltare attivamente tutte le parti coinvolte,
comprendere i diversi punti di vista. Trovare soluzioni che soddisfino tutti.

Questa capacità di mediazione riduce le tensioni, promuove un clima di collaborazione nel tuo team. Un ambiente di lavoro inclusivo dove tutti si sentono accolti e rispettati.

L’empatia ti aiuta a comprendere le diverse prospettive.
Avrai così un impatto significativo sulla motivazione e sul coinvolgimento delle persone che lavorano con te.

Questo senso di apprezzamento personale è un potente fattore motivante che può trasformare l’ambiente di lavoro. Migliorare le prestazioni di tutto il team.

 
POTENZIA LA TUA LEADERSHIP > scopri il percorso di coaching ideale per te
 

Empatia e leadership? Comunicazione aperta e sincera

Se sei un leader empatico sarai capace di ascoltare in modo attivo,
prestare attenzione non solo alle parole ma anche ai sentimenti e alle emozioni che le accompagnano.

L’ascolto attivo crea un ambiente professionale in cui tutti si sentono liberi di esprimere idee e preoccupazioni, senza timore di giudizio.

La tua comunicazione aperta e onesta rafforzerà la fiducia con il tuo team,
facilitando una maggiore collaborazione e condivisione delle responsabilità.

Permetti a ogni membro del tuo team di esprimere preoccupazioni (per esempio) di sovraccarico di lavoro.

Potresti prendere nota di ogni problema e ringraziare i tuoi collaboratori per la loro onestà. Assicurarti che le loro preoccupazioni saranno prese in considerazione per migliorare la situazione.

 
LA TUA AUTOREVOLEZZA SUL LAVORO > puoi prendere spunti interessanti dal mio libro “Autorevolezza”.
 

Riconoscimento e apprezzamento

Riconoscere e celebrare i successi,
è fondamentale per mantenere alta la motivazione del tuo team.

Offrendo feedback positivi e ringraziamenti sinceri,
non solo aumenterai la soddisfazione personale dei tuoi collaboratori,
li incoraggerai a continuare a impegnarsi e migliorare le loro prestazioni.

Se ti rendi conto che il tuo team ha bisogno di una spinta motivazionale potresti decidere di organizzare settimanalmente uno “spazio” di riconoscimento e celebrazione.

Per esempio, ogni venerdì, dedicare 15-20 min. per riconoscere i successi della settimana (grandi o piccoli che siano, poco importa).

Potresti offrire feedback positivo e riconoscimento a tutto il team, creare un senso di realizzazione e di apprezzamento tra i tuoi collaboratori.

Empatia e leadership: supporto emotivo e benessere

Il leader empatico conosce l’importanza del benessere emotivo dei suoi collaboratori.

È in grado di rilevare segnali di stress, sovraccarico o burnout.
Offrire un supporto tempestivo e appropriato.

Quando dimostri un interesse genuino per la salute dei dipendenti,
le persone si sentono sicure e supportate, aumentando così il loro impegno e la loro lealtà.

Se noti, per esempio, che alcuni membri del tuo team mostrano segni di sovraccarico lavorativo potresti introdurre pause regolari durante la giornata lavorativa, flessibilità lavorativa, incoraggiando a fare brevi passeggiate o a praticare esercizi di rilassamento.

Inoltre, potresti invitare un esperto di gestione dello stress per presentare un workshop.

LA PARTE 2 SARÀ ONLINE MERCOLEDI PROSSIMO.