Come migliorare l’approccio con i clienti in 7 mosse – (parte 1)

approccio con i clienti

Ti è già successo in un negozio, centro estetico, agenzia o fitness di essere stato “assalito” da venditori o consulenti che ti hanno inondato di parole, di non sentirti ascoltato o, peggio, di accorgerti che il tuo interlocutore voleva solo darti l’impressione di ascoltarti, mentre pensava a tutt’altro?

Volevi essere guidato nella tua scelta da un professionista competente, che fosse capace di ascoltare, capire le tue esigenze e proporti il prodotto o servizio giusto … invece ti trovi davanti ad una persona impegnata … a pensare solo come vendere il suo articolo o servizio!

Nonostante tutti i tuoi sforzi, come cliente non ti senti capito, rispettato, importante.

Questi venditori e consulenti sono troppo occupati (a parlare, a cercare di plasmare, manovrare e convincere) per ascoltare davvero cosa gli stai dicendo.
Ti senti manipolato e sfruttato … e per questo devi pure pagare!

Stop! Adesso proviamo a girare la telecamera dalla parte opposta …
 

 

Qual è il tuo approccio con i clienti?

Sei aperto al dialogo o stai, anche tu, semplicemente convincendo le persone ad acquistare il tuo prodotto o il tuo servizio? Lo sai che, anche per i nostri clienti è molto frustrante non sentirsi seguiti, guidati o ascoltati?

Cominci a pensare a “come vendere” fin dal primo momento che il cliente mette il piede nel tuo studio, centro o agenzia?
Pensi di avere un buon intuito, di capire se acquisterà oppure no, e ti concentri subito e solo su quello?

Con tutte queste idee preconcette corri il serio rischio di filtrare la conversazione, saltare velocemente alle tue conclusioni e non comprendere il reale messaggio o bisogno del tuo cliente.

Se il tuo cliente sta parlando (esprimendo le sue esigenze, necessità, i suoi timori) e tu stai pensando a come presentare meglio il tuo prodotto, quanto avrai veramente ascoltato quello che ha detto?

Quanto è efficace la tua comunicazione?

Quando il tuo cliente sarà sinceramente ascoltato, si sentirà importante, finalmente, si accorgerà di essere seguito da professionista competente, aumenterà il suo desiderio di comunicare e si crea un rapporto di fiducia e d’empatia con le persone.

Quando sei con un cliente, per prima cosa ascolta. Poi, fai domande.
Ascoltare il cliente significa prima capire e poi offrire un prodotto, un servizio, un consiglio o una soluzione.

Per migliorare l’approccio con i clienti, impariamo a lasciar parlare liberamente il cliente, facciamo in modo che comprenda il nostro reale interessamento più indirizzato alla persona e non solo alla vendita.

Ecco tante buone ragioni per imparare ad ascoltare il cliente:

• Crei empatia, collaborazione e dimostri sincero interesse
• Eviti incomprensioni e fraintendimenti
• Conosci le vere esigenze e i reali bisogni del tuo cliente
• Capisci immediatamente di quale prodotto o servizio è alla ricerca
• Valuti meglio il suo punto di vista e rispondi in modo esaustivo alle sue richieste
• Giungi più velocemente al “nocciolo” della questione
• Le persone apprezzano di più chi le ascolta
I buoni ascoltatori sono anche venditori o consulenti di successo

Ascoltare il cliente è impegnativo

Quando i tuoi clienti ti parlano, sei spesso distratto e ti guardi attorno? Se sei una persona che ha difficoltà ad ascoltare, non scoraggiarti!
L’ascolto attivo è una competenza che si può acquisire e allenare.

L’ascolto richiede una grande concentrazione e attenzione da parte tua; è una prova di rispetto, non solo verso il compratore ma anche verso il cliente come persona. Le vecchie abitudini sono difficili da sradicare e, per praticare l’ascolto attivo, avrai bisogno anche di una grande pazienza.

Se vuoi potenziare l’approccio con i clienti, metti da parte tutti gli altri pensieri, non concentrarti su cosa devi ribattere o rispondere e focalizzati su chi sta parlando.