Discussioni al lavoro: 17 errori da evitare .. se vuoi “vincere”

discussioni al lavoro

Le discussioni al lavoro sono inevitabili.

Il collaboratore che ha preso malissimo il tuo feedback sulle sue scarse performance.
La collega che va in tilt per un errore che ha commesso. E incolpa te…
Il cliente che ha messo in discussione la tua professionalità.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Tutti abbiamo avuto esperienze negative con le discussioni al lavoro.
Mix ansiogeno di imbarazzo e tensione.

Di conseguenza, tendiamo a evitarle.

La chiave è creare una base collaborativa.
Trovare una soluzione produttiva che possa (nel limite del possibile) portare benefici a entrambe le parti.

Come trovare le parole giuste?
Che cosa dire e cosa evitare?

Discussioni al lavoro? Ecco 17 errori da evitare:

Prima di leggere ricorda che … lo stress che senti prima di una discussioni al lavoro … lo prova anche l’altra persona. Forse anche di più!

1. Non evitare la discussione al lavoro nella speranza che la questione si risolva (magicamente) da sola. A volte funziona, spesso no. Peggiora.

2. Non trascinare il confronto. Procrastinando o evitando la discussione stai mettendo in gioco la tua professionalità.

3. Non farti sopraffare dalle emozioni. Ti fa sembrare ansioso. Riduce la tua influenza e il tuo potere.

4. Non farti trascinare dalle emozioni. Più sarai tranquillo e centrato, meglio riuscirai a gestire la discussione.

 


 

5. Non usare “noi” quando intendi “tu”.

6. Non ripeterti e non fare battutine. Evita un linguaggio confuso.

7. Evita di “premere” quando l’emozione è alta. Lo stress emotivo limita la ricerca di soluzioni creative.

8. Fai una pausa per permettere alle emozioni di raffreddarsi. Lo stress emotivo può indicare che le cose si sono trascinate troppo a lungo.

9. Non avere la stessa conversazione più volte. Comportamenti inaccettabili diventano accettabili quando persistono.

10. Non ascoltare – o peggio – fare finta di ascoltare.

11. Evita di risolvere i problemi per l’altro. Chiedi “Cosa ti piacerebbe fare al riguardo?”

12. Non offrire opzioni quando non sei disposto a discuterne. Se hai intenzione di dare una direzione, fallo.

13. Non avere fretta di chiudere la conversazione. Non importa quanto sia difficile e imbarazzante. La calma è potere.

14. Se l’interlocutore non parla o è poco coinvolto chiedi “Quali sono i tuoi pensieri finora?” o “Hai altre domande su … ?”

15. Meglio evitare tutte le esortazioni al lavoro, il consiglio “del saggio” o frasi fatte prese in prestito dal web.

16. Non aspettarti che la persona “comprenda” se manca di educazione, attitudine o forza mentale.

17. Evita di non dire niente. Scarse capacità di leadership personali contribuiscono a problemi fastidiosi e durevoli.