Come motivare il team: 7 spunti

come motivare il team

Come motivare il tuo team?

Che tu sia manager, piccolo imprenditore o responsabile di un piccolo team, di questi tempi, una delle sfide più grandi per chi, come te, si trova a gestire un team di collaboratori è di tenere alto il morale della “truppa”.

Le persone oggi possono determinare il successo o l’insuccesso della tua attività.
Come motivare il team?
Come puoi chiedere risultati ai tuoi collaboratori senza avere la possibilità di dare compensi economici?

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Se dirigiamo i nostri collaboratori solo dicendo “cosa fare e come farlo” abbiamo un effetto immediato ma quest`approccio è poco produttivo nel tempo.

Quando i collaboratori sentono che la loro “voce” non è ascoltata o non sono coinvolti perdono, un po` alla volta, entusiasmo e motivazione, con effetti negativi sull`ambiente di lavoro e sui risultati in azienda.

1. Iniziamo da noi stessi

Per motivare gli altri innanzitutto dobbiamo essere motivati noi stessi ed essere positivi in ogni situazione. Fermati un secondo e chiediti con onestà: “Sono sempre entusiasta, positivo e con qualche buona notizia da comunicare a tutti? So ascoltare i miei collaboratori? Ho un obiettivo chiaro e definito?”.

2. Comunichiamo empatia

I grandi leader sanno come motivare il team, hanno sempre e prima di tutto competenze elevate con le persone e non perdono mai l’occasione di essere amichevoli nel comportamento e nei gesti.

Prendiamo a cuore gli interessi del nostro staff, i loro problemi personali, aiutiamoli a bilanciare lavoro e vita privata.

3. Focalizziamoci sui punti di forza

La gratificazione è il motore che ci spinge a dare il massimo per ottenere risultati sempre migliori. Sentirsi apprezzati, è un bisogno assoluto per chiunque.

Un complimento genuino da parte del leader (del capo) gratifica e motiva una persona più di qualunque altro incentivo. Ricordiamoci: la gratificazione deve essere sincera (l’apprezzamento falso e di convenienza è un boomerang per la leadership).
 

4. Riconosciamo i meriti. Ecco come motivare il team

Le persone vogliono essere tenute nella giusta considerazione. L’autostima è un bisogno umano; si alimenta di riconoscimento e fiducia in se stessi.

Riconoscere ai propri collaboratori il lavoro fatto e i risultati che hanno ottenuto (anche se l’obiettivo non è stato raggiunto) crea un ambiente di lavoro positivo, motivato e molto produttivo.

5. Creiamo entusiasmo e positività

Siamo talmente focalizzati sul futuro che raramente ci concediamo una pausa per apprezzare e celebrare i successi nel nostro lavoro. Celebrare ci permette di condividere sensazioni positive e di creare unità e alleanza con il nostro team.

I grandi leader sanno come motivare il team.
Ogni occasione (una vendita importante, il raggiungimento del target, etc.) deve essere l’opportunità per celebrare con tutto lo staff.

6. Assegniamo obiettivi specifici

Diamo obiettivi specifici, quantificabili e raggiungibili a ogni singolo collaboratore. Diventiamo il supporto attivo e concreto per ognuno di loro.
 

Chiediamo loro: “Questo è il tuo obiettivo. Come posso esserti d’aiuto? Cosa ti serve? Quali strumenti ti occorrono?”.  Sosteniamoli e incoraggiamoli costantemente.

7. Creiamo rapporti di fiducia

Condividiamo le responsabilità, i compiti, le informazioni e il successo; è un grande atto di fiducia e un riconoscimento molto potente.

Rendiamo partecipi i collaboratori di ogni iniziativa e attività attraverso una comunicazione semplice e trasparente. Si sentiranno importanti, l’autostima migliorerà e aumenterà l’impegno e la produttività.

E tu come la pensi? Quanto spesso festeggi, con tutto lo staff, il raggiungimento di un obiettivo importante?

Il tuo capo/a gratifica ognuno dei suoi collaboratori facendoli sentire fondamentale per il successo dell’impresa?