10 modi in cui bravi manager dicono cose giuste nel modo sbagliato – 1

comunicare da leader

Foto di Skyler Ewing da Pexels

“Non è importante cosa si dice, ma come lo si dice”.
Chissà quante volte avrai sentito questa frase.

Non è tanto quello che dici, le parole che utilizzi,
ma piuttosto il modo in cui lo dici che lascia un’impressione (positiva o negativa) sulle persone.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS il mio percorso di benvenuto nel coaching


Fa più effetto un argomento “debole” spiegato in maniera convincente,
rispetto a un altro basato su una logica “forte” ma presentato in modo poco attraente.

Come puoi trovare sul mio libro “Autorevolezza” … prova a pensare, ad esempio, a una canzone rap o hip hop cantata nello slang di strada (di una grande metropoli americana).

Anche quando non comprendiamo le parole ci “arrivano” emozioni quali rabbia e frustrazione,
volontà di rivalsa da ghetto.

Allo stesso modo, chi non conosce la lingua italiana si emoziona fino alle lacrime ascoltando un passaggio epico di un’opera lirica (pur non comprendendone il significato).

Comunicare da leader? Il suono e la fisiologia devono corrispondere al contenuto

Questo è l’unico modo efficace per essere un comunicatore credibile.

Se ondeggi i pugni in alto in segno di “vittoria” ma la tua voce è bassa, monocorde e soporifera, nessuno verrà entusiasmato dal messaggio che mandano le tue braccia.

Sono sicuro che molte volte dici cose giuste e sensate,
verità e suggerimenti appropriati, deduzioni logiche e verità incontestabili,
ma, a volte, il messaggio “non passa”,
la persona la prende negativamente oppure fraintende le tue parole.

La ragione di questo malinteso è il tuo modo di comunicare

I tuoi consigli e opinioni sono adeguati ma (forse) vengono recepiti come un giudizio,
un rimprovero, una valutazione.

Stai dicendo tutto perfettamente ma il modo in cui lo dici può risultare negativo o arrogante,
caotico o offensivo.

Non devi arrabbiarti, se gli altri fraintendono, non capiscono o non apprezzano le tue opinioni e consigli.

Se vuoi comunicare da leader dovresti comprendere che il motivo dell’incomprensione non è quello che dici,
ma il vero problema è il come.

 


 

Ecco 10 modi in cui bravi manager dicono cose giuste nel modo e nel momento sbagliato:

1. Dire cose giuste ma con parole sbagliate

Le parole possono fare magie.

Con quelle giuste puoi ispirare le persone.
Con quelle sbagliate, puoi rovinare tutto.

“È un’idea pessima!”
“Ritengo non sia una buona idea.”

“Non sono d’accordo con te!”
“Non condivido la tua proposta.”

“Questa è la peggiore idea!”
“Non sono sicuro sia l’idea migliore.”

“Così non funziona!”
“È possibile prevedere qualche difficoltà con questa soluzione?”

Per esempio, quando rilevi un errore, è più costruttivo aprire una discussione.
“Sto guardando il report X e ci sono degli errori a pagina 3. È meglio che tu riveda quella parte.”

Invece di:

“Sto guardando il report X e c’è qualcosa che non mi torna a pagina 3. Possiamo dare un’occhiata insieme a quella parte? “.

2. Dire cose giuste ma con linguaggio del corpo sbagliato

Presta attenzione al tuo non-verbale ogni volta che vuoi esprimere la tua opinione o suggerimento.

Evita che il linguaggio del tuo corpo diventi aggressivo,
cerca di essere calmo e composto, parlare piano.

Meglio evitare frasi brevi e scattanti, espressioni sibilline,
un linguaggio del corpo inadeguato (incrociare le braccia sul petto, fronte corrucciata, ecc.).

Per esempio, quando esprimi il tuo disaccordo in una riunione, evita espressioni facciali di stupore o disaccordo, non scuotere la testa, roteare gli occhi,
non agitarti in modo irrequieto o nervoso quando qualcuno sta parlando.

 
More: scopri il coaching per potenziare la tua comunicazione sul lavoro
 

3. Dire cose giuste ma risultare aggressivi

Dici cose giuste, cerchi di essere gentile ma tendi a monopolizzare la conversazione.
Interrompi spesso, non dai spazio, senza troppi riguardi.
Lo sguardo (pur non volendo) è fisso e inquisitore.

Punti il dito, fai sentire gli altri sotto analisi o, peggio ancora,
sotto accusa.

L’espressione del tuo viso è accigliata, guardi di traverso con aria critica,
oppure fai roteare gli occhi in segno di disapprovazione.

Se risulti aggressivo le altre persone sicuramente si mettono immediatamente sulla difensiva.

Sii gentile.
Il manager autorevole ricerca una scelta corretta delle parole.
Esprime la sua opinione con calma e gentilezza.

 
More: scopri il percorso di coaching ideale per potenziare la gestione del tuo team
 

4. Dire cose giuste ma risultare saccente

Affermi concetti giusti ma li fai seguire da un susseguirsi irritante di gioielli di buonsenso, consigli giudicanti, perle di saggezza …
il più delle volte, non richieste!

  • “Fossi in te…”,
  • “Al tuo posto …”
  • “Lo dico per il tuo bene …”
  • “Devi capire che … “.

Questo non è comunicare da leader.

Essere eccessivamente autoritario quando sottolinei una correzione,
servirà solo a farti sembrare pretenzioso e arrogante.
Altezzoso.

Continua a leggere la parte 2.