Come diventare un leader: la presenza executive al telefono – 1

come diventare un leader

Foto di Barbara Olsen da Pexels

Riceviamo e facciamo decine di telefonate ogni giorno sul nostro posto di lavoro.

La maggioranza è normale routine: chiedere delucidazioni e aggiornamenti, rispondere a richieste, contattare clienti ecc.
Rispondiamo in modo automatico, senza prestare troppa attenzione alle parole.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS il mio percorso di benvenuto nel coaching


Altre volte però l’asticella si alza.

La telefonata si rivela importante: il capo diretto, il CEO, un reclamo di un cliente importante, il colloquio di lavoro, un richiamo a un collaboratore ecc.

Le parole diventano rilevanti. La modalità fondamentale.

Come diventare un leader? Devi trasmettere un giusto mix di garbo e determinazione.
Affrontare la situazione con obiettività, calma e sicurezza.
Leadership.

Durante la telefonata, la tua voce è l’unico strumento che hai a disposizione.
Non puoi mostrare il tuo abito elegante, il tuo taglio di capelli così trendy.

Il linguaggio del corpo non entra in gioco, non puoi ricambiare uno sguardo, non hai una mano da stringere, né un sorriso da mostrare.

Dovrai trasmettere competenza e autorevolezza “solo” attraverso la tua voce.

La consapevolezza della tua voce (a volte troppo incerta, altre aggressiva, altre ancora monocorde) è l’elemento determinante per il “successo” della telefonata.

Ecco la sfida!

È fondamentale essere preparati

Ecco alcune tecniche che hanno funzionato per i miei clienti che volevano potenziare la loro autorevolezza e la capacità di connettersi con collaboratori, colleghi e clienti.

Grazie a queste strategie migliorerai la tua presenza autorevole al telefono.

Le persone si chiederanno come fai a essere (in tutte le tue telefonate) così equilibrato,
a tuo agio e sicuro di te stesso.

 
MORE > scopri il coaching per potenziare la tua team leadership
 

Come diventare un leader: l’importante non è quello che dici ma come lo dici

La tua voce è il “veicolo” che spinge le persone ad ascoltare.
A prendere sul serio te e le tue parole.

Gli studi hanno dimostrato che l’87% delle opinioni che le persone si formano quando parlano al telefono,
si basano sul tono della voce.

Solo il 13% si fonda sulle parole che realmente utilizziamo.

Ecco la prima verità: la parte fondamentale non è ciò che dici ma piuttosto come lo dici.

Registra la tua voce

Come ho scritto nel mio libro “Autorevolezza strategie e tecniche per diventare il riferimento carismatico dei tuoi collaboratori e colleghi… la pratica rende perfetti.

Autorevoli.

Registra la conversazione in modo da poter verificare come “suoni” al telefono.

È incredibile quanto puoi apprendere dalla tua voce registrata.
Sarai in grado di identificare e prevenire errori che potrebbero compromettere il tuo “grado” di autorevolezza telefonico.

Per esempio renderti conto che parli troppo piano o troppo velocemente.

Oppure ascoltare i tuoi “Ehmmmm” e “Vero?” o i continui intercalari “effettivamente … sicuramente … decisivamente … teoricamente …”.

 
MORE > scopri il coaching per potenziare la tua autostima sul lavoro
 

“Riscalda” la tua voce

Al telefono, come detto, la voce è il tuo unico “strumento”.

Se ti aspetta una telefonata importante (il capo, il CEO, un cliente importante, il colloquio di lavoro ecc.) “riscaldati” la voce facendo esercizi vocali. Leggi il post per approfondire.

Bevi qualche sorso d’acqua per evitare che la gola “suoni” graffiante.
Evita di mangiare subito prima della telefonata.

Sorridi prima di iniziare la chiamata

I muscoli facciali si rilassano.
La tua voce suonerà più chiara e rilassata, piuttosto che acuta o soffocata.

Sorridendo, la comunicazione diventerà più piacevole e rilassata.
Trasmette disponibilità e positività.

Un sorriso sincero è percepito anche al telefono. Sorridere proietta un’immagine positiva.
Influenza anche come ti senti riguardo a te stesso.

Una voce che “suona” rilassata è più comunicativa di una voce tesa e nervosa.

 


 

Proietta fiducia con il tuo linguaggio del corpo

Come diventare un leader? Alzati in piedi se vuoi essere autorevole al telefono.

Se ti alzi, hai automaticamente una postura migliore.
I polmoni possono espandersi liberamente.
È più facile respirare.

Stai “pompando” energia, aumentando il potere della tua voce.
Sembri più sveglio ed energico.

Non essere troppo rilassato.

Anche se la persona non può vederti, durante la telefonata, non accasciarti sulla sedia, non sdraiarti sul divano e non tenere le braccia incrociate.

Se non vuoi stare in piedi, come minimo siediti dritto.
Se tiri le spalle indietro ti sentirai più fiducioso e autorevole. Porterai quella stessa fiducia nel tuo tono di conversazione.

Come diventare un leader … l’autorevolezza comincia con “Pronto”

Proprio per questo motivo meglio evitare il poco-professionale “Siiii” (soprattutto se ricevi una telefonata inaspettata da un numero “nuovo”, a te sconosciuto).

Il classico “Pronto” oppure il mix spiazzante “Siiiii…pronto” che lascia chi chiama nel dubbio di aver composto il numero giusto e lo costringe a chiedere conferma.

Rispondi con il tuo nome (con un tono di voce vivace),
in modo che l’interlocutore sappia di aver raggiunto la persona giusta.

CONTINUA A LEGGERE > la parte 2.