Come diventare un leader: la presenza executive al telefono – 2

come diventare un leader

Foto di Barbara Olsen da Pexels

LEGGI ANCHE > la parte 1.

Come essere un leader: concentrati sulla telefonata

Metti in modalità “silenziosa” il cellulare se utilizzi il telefono fisso.

“Silenzia” il telefono fisso se utilizzi il cellulare. Oppure spostati in un’altra stanza.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS il mio percorso di benvenuto nel coaching


Resisti alla tentazione di rispondere a SMS, WhatsApp e-mail, controllare Facebook, e così via…
Concentrati solo sulla persona all’altro capo della linea.

Non utilizzare il vivavoce.
Rende la tua voce più distante. Sgradevole. Inoltre, trasmettere al tuo interlocutore l’idea che sei impegnato in altro. La telefonata non è così importante da attirare la tua piena attenzione.

Usa piuttosto un buon microfono con un auricolare.

Forse sarai sorpreso per (l’apparente) ovvietà di queste affermazioni.

Dalla mia esperienza di anni di coaching a distanza (skype o cellulare) posso dirti che ho assistito a diverse situazioni curiose e divertenti ma anche poco edificanti per la persona (altro che autorevolezza!).

Il vivavoce amplifica i rumori di fondo. Un semplice gesto, tipo girare il cucchiaino nella tazzina di caffè, può diventare un rumore irritante per chi lo ascolta.

“Mostra” che stai ascoltando

Mai sottovalutare l’importanza di ascoltare anche (e soprattutto) al telefono.

Per segnalare che stai ascoltando, usa di tanto in tanto parole come “sicuro” e “sì” per far sapere che sei d’accordo. In modo che non percepiscano questi segnali come interruzioni,
ma piuttosto come affermazioni.

Non interrompere.
Ascolta attentamente l’intervistatore.
Non “andare sopra”.

A nessuno piace essere interrotto nel mezzo di una frase.
Inizia a parlare solo quando il tuo interlocutore ha completato la sua.

Se ritieni di avere qualcosa da dire che potresti dimenticare,
tieni pronto un blocco note e una penna.

 
COACHING> scopri il percorso per potenziare la tua team leadership
 

Come essere un leader: parla con voce coinvolgente

Come ho scritto nel mio libro sull’autorevolezza il suono della voce può trasmettere molti stati d’animo.
Professionalità ed esaltazione ma anche irritazione e nervosismo.

Molti di noi sono abbastanza bravi a nascondere le proprie emozioni. Altri perdono il controllo, soprattutto al telefono.

Sii sintetico. Non bisbigliare. Alza il tono della tua voce.
Pronuncia le tue parole in modo chiaro e conciso.

Cerca di non parlare velocemente. Potresti perdere i punti chiave.
Sembra che tu abbia fretta.
Il tuo interlocutore potrebbe interpretare il tuo tono come impaziente.

Nessuno vuole parlare con una persona impaziente.
Neanche a te piacerebbe!

Quando dici qualcosa di particolarmente importante,
rallenta la cadenza, punteggia le parole o frasi particolari per dare più enfasi.

Varia il ritmo del tuo discorso.
Aiuterà gli altri a capire quando condividi i punti chiave che vuoi che ricordino.

Varia il tono mentre parli, in modo da non usarne solo uno (mono-tono).

Vuoi trasmettere carisma e non monotonia.
Fai un respiro profondo prima di parlare, darai più potenza alla tua voce.

 
COACHING> scopri il percorso per potenziare la tua autostima sul lavoro
 

“Prendere” il tempo di rispondere è autorevole

Se sei apprensivo,
il tempo si dilata e pochi secondi sembrano minuti.

Concediti qualche secondo per elaborare quello che è stato appena detto.
Se ti viene posta una domanda delicata, prenditi del tempo per pensare.

Puoi sempre dire qualcosa del tipo “Mi dia un attimo di tempo per riflettere “.
Prenditi il tempo di rispondere.

Non si tratta di un “botta e risposta” in velocità.
Mantieni il controllo.

Una persona sicura di sé non ha paura di raccogliere i suoi pensieri.
Affrettarsi a rispondere ti fa apparire ansioso.

Prendi il tempo per pensare a una frase completa prima di pronunciare la tua prima parola.
Hai più tempo di quanto pensi!

E apparirai più sicuro e autorevole se te lo prendi.
Tutto.

 


 

Come essere un leader: elimina “Ehmmmm” e “Ahhh”

Se utilizzi spesso “Ehmmmm” e “Ahhh..” non sei autorevole.
Sembri incerto e insicuro.

Se oramai è diventata per te un’abitudine,
non sarà facile non utilizzare “Ehmmm” mentre cerchi di raccogliere i tuoi pensieri.

Sostituisci piuttosto “Ehmmmm” e “Ahhh” con parole di riempimento più forti tipo “Ora… vedi… comunque… “.

Per esempio: “Ehmmmm” … stavo pensando …” sarà molto più potente se la adatti leggermente
“Vedi… stavo pensando… “.

Sembra intenzionale e infonde fiducia.

Utilizzare le pause in modo efficace dà potere

I migliori oratori conoscono il potere del silenzio. E delle pause.
Il silenzio intenzionale è visto come autorevole.

Carismatico.
Utilizza le pause.

Non solo alla fine ma anche nel mezzo delle frasi.
Facendo una pausa, dai il tempo alle tue parole di fare effetto!

Ecco …l’autorevolezza della voce!

Se non fai una pausa, l’incisività del tuo messaggio si perde nel flusso della conversazione.

Devi esprimere un pensiero fondamentale per trasmettere la tua competenza?
Bene. Fai una pausa. Prima.

La pausa attira l’attenzione del tuo ascoltatore … e lo prepara a ciò che verrà dopo …
ecco aspetta ancora un attimo … così bene…
sta aspettando curiosamente quello che hai da dire.

 
COACHING> scopri il percorso per la tua carriera di successo
 

Hai appena espresso un concetto/una proposta fondamentale? Ottimo! Fai un’altra pausa.

Non c’è bisogno di lanciarsi immediatamente a parlare d’altro tipo “Giusto? … Vero? Sai …”.

Se fai silenzio, darai all’ascoltatore il tempo di elaborare ciò che hai appena detto.

Darai la possibilità di capire veramente il significato.
Quel piccolo intervallo di silenzio dimostrerà la forza del tuo pensiero,
e la tua autorevolezza.

Come essere un leader: segui questi suggerimenti ed eccellerai nelle conversazioni telefoniche.

Svilupperai la tua leadership al telefono,
rafforzerai i tuoi rapporti di lavoro e le persone che ti circondano ti vedranno come un leader fiducioso.