Equilibrio lavoro-vita privata: 14 semplici spunti da applicare subito – 3

lavoro-vita privata

Foto di Wesley Carvalho da Pexels

10. Imposta e rispetta i confini per te stesso nel lavoro-vita privata

Definisci confini molto chiari tra lavoro e vita privata.
Non lasciare che interferiscano a vicenda.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi GRATIS la guida sul coaching "Investi su Te Stesso"

Tratta la tua casa come un santuario, un luogo “inviolabile”.
Il tuo tempo libero come uno spazio rigenerante per raccogliere energia per il tuo prossimo giorno lavorativo.

Fai conoscere ai tuoi familiari i confini che hai fissato per salvaguardare la tua vita privata.
Spiegali come intendi trovare il tempo per loro, quanto sia importante anche la loro disponibilità e la loro comprensione. Sarai sorpreso quanto saranno di supporto.

11. Non cadere nella trappola della perfezione

Quando siamo perfezionisti, sentiamo l’urgenza che tutto debba essere fatto a “modo nostro”.

Alcuni dettagli su una diapositiva di PowerPoint possono monopolizzare ore del tuo tempo invece di rimanere sintonizzato sulle cose che contano davvero. Quando siamo super-concentrati sui dettagli che consumiamo -inesorabilmente- il nostro tempo più prezioso.

Spesso, manchiamo il quadro generale perché siamo troppo concentrati su ogni singolo dettaglio, sulle piccole cose. Nella maggior parte dei casi, ciò che fai deve essere fatto nel modo buono, non perfetto.

Concentrati sulle piccole cose durante il tuo lavoro, lasciale alla fine. A fine di giornata, puoi sempre tornare indietro e completare questi dettagli.

Abbandona la perfezione (esagerata) se vuoi essere produttivo sul lavoro.
È meglio per la tua salute e il tuo benessere.

12. Imposta scadenze realistiche

Uno dei maggiori fattori principali per il tuo equilibrio lavoro-vita privata richiede una chiara comprensione di quanto lavoro riesci effettivamente a svolgere in un determinato periodo di tempo.
 


 
Concordiamo di portare a termine un progetto entro il weekend prossimo, ma presto ci rendiamo conto che dovremo lavorare fino a mezzanotte per completarlo in tempo.

Imposta tempistiche realistiche per i tuoi progetti.
Il monitoraggio del tempo ti aiuterà a capire quanto tempo impiegherai a svolgere determinati compiti. Potrai pianificare il tuo programma in modo più efficace.

13. Pianifica il tempo libero come una riunione di lavoro

Hai fissato un incontro con il tuo capo e sono sicuro che ti presenterai in tempo, cercando di dare il tuo meglio, sentendoti mentalmente forte. Dovresti fare lo stesso nella tua vita privata.

Dai alla conversazione con il tuo/tua partner, la recita di tua figlia, la stessa attenzione che daresti ad una riunione di progetto.

Sii “presente” (mentalmente intendo) al compleanno di tuo figlio proprio come faresti per la presentazione del tuo nuovo progetto.

Assicurarti di massimizzare il tuo tempo libero,
se vuoi ritrovare l’equilibrio lavoro-vita privata.

14. I classici per l’equilibrio lavoro-vita privata: fare esercizio fisico, mangiare e dormire meglio

L’esercizio fisico è un ottimo modo per migliorare l’equilibrio tra lavoro e vita privata e può essere un ottimo modo per decomprimersi dal lavoro una volta tornati a casa. L’esercizio fisico rilascia endorfine e abbassa i livelli di cortisolo, che contribuiscono ad abbassare l’ansia e ti aiuta a dormire meglio.

Siamo ciò che mangiamo.
Una dieta equilibrata e sana è fondamentale per una vita bilanciata e sana.

Quando sei nel bel mezzo di un intenso progetto di lavoro e sei in ritardo in ufficio, è facile ordinare piatti da asporto o fast food, convincendoti che sei troppo occupato per mangiare in modo più responsabile.
 

 
Se non riesci a dormire durante la notte … probabilmente (almeno a me capita così) è facile essere irritabile, spossato, con grandi difficoltà a gestire le attività quotidiane.

Il primo passo per risolvere il problema di concentrazione è trovare il modo di dormire ogni notte almeno 7-8 ore (ognuno ha il suo personale “fabbisogno”).

La sera meglio prendere una pausa da TV, smartphone, Internet e compagnia … e “scollegarsi” almeno 1 ora prima di andare a letto.

Un gruppo di ricerca multidisciplinare ha scoperto che tenere lo smartphone sul comodino può regalarci notti agitate perché la luce emessa all’arrivo di mail e messaggi sopprime il rilascio di melatonina, un ormone che favorisce il sonno.

Come tutto nella vita, cambiare richiede sforzi.
Non basta sedersi lì ad aspettare l’arrivo dell’equilibrio lavoro-vita privata.
Non diventi più produttivo al lavoro da un giorno all’altro.

È importante imparare di più sul nostro corpo. Trovare modi per ottimizzare la nostra energia,
per vivere una vita professionale più equilibrata e di successo.